DS EMANUELE RIGHI: due promozioni e una retrocessione nel suo curriculum

24.11.2023 18:00 di Giuseppe Benevento   vedi letture
Emanuele Righi
Emanuele Righi
© foto di Nocerina Calcio

Con il comunicato ufficiale di oggi, della società rossonera, è iniziata l’avventura di Emanuele Righi, nato a Bentivoglio in provincia di Bologna il primo gennaio del ’75, come nuovo direttore sportivo della Nocerina calcio.

Righi ha rescisso consensualmente il proprio rapporto lavorativo con la SPAL, squadra attualmente militante nel campionato di Serie C, girone B, in acque non proprio serene, visto che occupa la diciottesima posizione in piena zona playout. A Ferrara ce l’ha portato il direttore tecnico Fusco che ha lavorato con Righi già ai tempi di Bologna nella stagione 2014/2015 e poi a Verona nelle stagioni dal 2016 al 2018.

Proprio l’avventura con l’Hellas Verona gli ha aperto la strada per Mantova nella stagione 2018/2019 quando il presidente della squadra scaligera Maurizio Setti ha acquistato la maggioranza delle quote dei biancorossi e portato con sé Righi. Esperienza mantovana che il neo DS rossonero non dimenticherà visto che nella prima stagione arriva secondo perdendo la finale playoff con la Pro Sesto, alla guida della quale c’era l’ex molosso Massimo Morgia, ma compagine che si riscatta l’anno seguente arrivando prima in classifica, sebbene nel campionato a metà che si disputò per la pandemia che colpì l’intero globo.

Nella stagione seguente Righi ci entra a campionato in corso, nel marzo del 2021 come DS del Savoia, stagione in cui nel proprio girone, quello G come quest’anno, c’è anche la Nocerina di Giovanni Cavallaro. Il Savoia chiuderà terzo in campionato perdendo la finale playoff con il Latina. Alla guida di quella squadra c’era un certo Giovanni Ferraro, allenatore che doveva essere il nuovo trainer della Nocerina del post-Esposito ma che ha poi scelto altri lidi.

Righi e Ferraro si ritrovano l’anno seguente insieme a Giugliano, stagione 2021/2022 sempre girone G, e qui arriva una nuova soddisfazione professionale in quanto i gialloblu conquistano dopo quindici anni la promozione in Serie C dominando in campionato.

Nella passata stagione è arrivata però per Righi anche la prima delusione professionale, nello staff dell’Imolese, squadra che è retrocessa dalla Serie C piazzandosi al penultimo posto. Come detto, da inizio anno col ruolo di DS della SPAL al fianco dell’amico Fusco, l’andamento della squadra non stava andando bene e si è giunti ad una risoluzione consensuale del contratto, ma siamo sicuri che la nuova avventura in rossonero darà al neo direttore quella spinta per darsi nuove soddisfazioni professionali con l’augurio di tutto il popolo molosso.