CAVALLARO: "Inspiegabile il rinvio contro il Latte Dolce"

15.12.2020 13:44 di Redazione TN   Vedi letture
Fonte: Il Mattino
CAVALLARO: "Inspiegabile il rinvio contro il Latte Dolce"
© foto di Giuseppe Scialla

"Mi chiedo come sia possibile che una società non faccia i tamponi nei tempi prefissati. Ci sentiamo penalizzati, volevamo assolutamente riscattarci a cospetto di un ottimo avversario che punta alla vittoria del campionato e che reputo di alto livello. Aspettavo risposte dopo un ko immeritato, ancor di più alla vigilia di due trasferte consecutive. Se non giochiamo con continuità non troveremo mai la consapevolezza dei nostri mezzi, la Nocerina ha subito un danno". Lo sfogo del tecnico della Nocerina Cavallaro certifica il clima di confusione che regna sovrano nel campionato dilettantistico che, pur cercando di andare avanti tra mille difficoltà, si imbatte in alcune contraddizioni che lasciano perplessi. I fatti sono noti a tutti: il Latte Dolce ha chiesto e ottenuto il rinvio della partita contro i molossi ritenendo non ci siano stati i tempi tecnici per effettuare i tamponi ai tesserati come previsto dal protocollo. "Sapevano tutti che il 13 dicembre si riprendeva, non sappiamo se ci siano colpevoli ma così non si può andare avanti" la versione ufficiale della Nocerina che, contrariamente a quanto accaduto nel campionato professionistico per Juventus-Napoli e Salernitana-Reggiana, non potrà chiedere la vittoria a tavolino. Alla base del rinvio problemi logistici di Federlab, centro di riferimento della Sardegna che ha "costretto" il Dipartimento Regionale a negare la trasferta. Situazione paradossale che costringerà la Nocerina a giocare, in pratica, tre trasferte consecutive "e non è giusto. Non è un alibi, ma torneremo in casa soltanto a gennaio inoltrato e questo non aiuta". Ma il Covid e i continui problemi logistici rischiano di creare altri problemi in futuro, come il mister sottolinea: "Con tutti questi rinvii avremo problemi anche sul mercato perchè non abbiamo avuto la possibilità di valutare l'organico. Siamo vigili, la società si è detta pronta ad intervenire se ci sarà bisogno ma ritengo che la Nocerina sia competitiva. L'attaccante nuovo? C'era stata una trattativa con Ripa: lui voleva venire, il presidente ha fatto di tutto per chiudere l'operazione. Sottolineo che sono molto contento dei giocatori che ho a disposizione nel reparto offensivo, De Iulis non è un ripiego ma un atleta che si è messo a disposizione. Vedrete che Talamo sarà come un nuovo colpo, solo la squalifica non gli ha permesso di mostrare il suo valore. Non dimenticherei Improta e Diakitè, ci regoleremo di conseguenza e la società ha dato carta bianca".