A.C. PRATO: uno sguardo alla prossima avversaria

07.09.2012 12:00 di Roberto Forte   Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
A.C. PRATO: uno sguardo alla prossima avversaria

L’AC PRATO è il club che detiene il record delle partecipazioni consecutive in “Serie C” (al 1977-1978 ad oggi) e risulta essere il club più presente in assoluto nella categoria in questione.

Venne fondato nel 1908 sotto il nome di Società Sportiva Emilio Lunghi e solo nel 1937 prese il nome attuale di Associazione Calcio Prato. Ha disputato diversi campionati in serie cadetta non riuscendo, però, mai a detenere la categoria conquistata per più di una stagione se non con Ferruccio Valcareggi in panchina come allenatore che riuscì a tenere il Prato stabilmente in B per ben due stagioni per poi retrocedere nuovamente.

Dal 1977-78 risulta essere stabilmente tra la prima e la seconda divisione riuscendo a conquistare, con l’allenatore attuale, la Coppa Italia del 2001 e la promozione in C1 nel 2002. Nell’ultima stagione viene ripescato in estate rendendo impossibile una soddisfacente campagna acquisti ma che, a sorpresa, regala ai tifosi di questo club un atleta di massima categoria: Andrea Pisanu (30). Proprio lui è il trascinatore della squadra nell’ultima stagione in cui i tifosi hanno più volte accarezzato l’idea di una salvezza tranquilla grazie ad una serie di 5 risultati utili ottenuti sul finale di stagione.

Una dura sconfitta contro il Piacenza unitasi all’inagibilità dell’impianto sportivo fanno sì che il Prato debba scontrarsi con il Piacenza nei Playout riuscendo a spuntarla e chiudendo così al quattordicesimo posto.

Il tecnico Esposito potrebbe schierare un 4-3-1-2 con Matteo Brunelli - Andrea Beduschi, Michele De Agostini, Tommaso Ghinassi, Alessandro Malomo - Riccardo Casini, Matteo Cavagna, Alessandro Corvesi, Donato Disabato – Christian Tiboni, Diego Silva Reis, squadra simile a quella vista contro l’Avellino con l’unica assenza del bomber Aiman Napoli espulso nell’ultima partita per un fallo di reazione proprio sull’ex rossonero autore del gol, Emanuele Catania (31).

Il Prato difatti viene da un pareggio acciuffato all’ultimo minuto contro la formazione biancoverde grazie alla rete segnata da Alessandro Corvesi (24) al 91’. Il gioco del tecnico Esposito alterna le due fasi in maniera distinta dedicando grande attenzione, durante la fase d’attacco, al ruolo del classico trequartista (ricoperto nella scorsa stagione da Pisanu) pronto a svariare su tutto il fronte e ad inserirsi al momento opportuno. L’allenatore ovviamente cercherà di barricare la difesa temendo, in particolare, il reparto d’attacco dei rossoneri che quest’anno promette davvero faville.