SALA STAMPA: LE VOCI DEI PROTAGONISTI

16.12.2018 17:55 di Redazione Tn  articolo letto 199 volte
SALA STAMPA: LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Comincia Colantonio, presidente della Turris: "Una bella giornata di sport, bisogna gareggiare in gara ma avere la possibilità di vedere anche un divertimento sugli spalti. Siamo un pubblico di persone che rispettono lo sport, un secondo dopo la fine della partita finisce tutto. In D è importante far venire la gente, l'esempio dato oggi dagli ultrà è bellissimo. Sto imparando il loro codice. Il risultato ? Il nostro gol mi sembrava valido, ". Segue Maiorino, presidente Nocerina: "Fa piacere questo tipo di domeniche, lo sport è unione e fratellanza, mai divisione e violenza. Ringrazio i calciatori, ringrazio il loro impegno in una partita difficile come quella di oggi, contro una squadra molto forte. Abbiamo dimostrato di mettercela tutta. Il terreno di gioco? Situazione pietosa, ho interessato varie volte l'amministrazione, in questo periodo però difficilmente si riesce a recuperare una condizione migliore". Poi tocca ai tecnici, comincia Franco Fabiano: "A noi del Bari non ci interessa, hanno fatto una cosa indegna a metterla in questo girone. Il Bari quindi non lo prendo in considerazione. La mia squadra oggi voglio elogiarla, giocare su questo campo era difficile, complimenti anche alla caparbietà della Nocerina, pensavamo di fare meglio ma abbiamo condotto per cento minuti la partita su un campo in condizioni brutte". Segue Gerardo Viscido: "Mi viene da ridere per la contestazione finale di qualche tifoso, ci può stare un momento critico. Oggi, a parte un pò di predominio territoriale loro, non abbiamo sfigurato affatto. I ragazzi vanno elogiati, con due cambi obbligati, dovuti agli infortuni seri di Odierna e Orlando, hanno dato tutto quello che avevamo. Avere 23 punti in 16 giornate, mi sembra un dato positivo al massimo viste le premesse iniziali. Secondo me abbiamo sbagliato solo contro la Cittanovese e abbiamo chiesto ai tifosi per la prestazione di mercoledì. Con la Turris abbiamo messo in campo determinazione e cattiveria. Ma cosa volete di più da noi. Sono dieci giorni che non dormo, queste sconfitte andavano gestite meglio. Viviamo su un equilibrio sottile. " Infine il vice capitano molosso Patrizio Caso: "Per noi era fondamentale fare punti, dovevamo rialzarci, quando le cose vanno male una squadra giovane si abbatte facilmente. Abbiamo sbagliato solo a Cittanova, ha ragione il mister. Gli over siamo contati, se viene a mancare qualcuno facciamo fatica, io sto giocando con un ginocchio a mezzo servizio ma stringo i denti per questa maglia e questo gruppo".