SPECIALE FINALISSIMA DI COPPA (PARTE PRIMA)

03.02.2015 17:12 di Marco Mattiello   Vedi letture
Peppino Cresci
Peppino Cresci

Sarà intitolata a Peppino Cresci, ex allenatore anche della Nocerina, decano dei mister campani scomparso di recente e per tutti " Maresciallo, la finale regionale di Coppa Italia che andrà in scena domani alle 15,00 al " Giraud " di Torre Annnziata tra Virtus Volla e Scafatese. Scelto l'arbitro: si tratta di Giuseppe Romaniello di Napoli, assistito da Antonio Mariniello di Ercolano (nella foto) e Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata. Mariniello nella stagione in corso ha all'attivo 15 direzioni di gara, l'ultima è stata due settimane fa per Sant'Agnello-Vis Ariano. Ha diretto la Scafatese nella partita di campionato vinta in casa 2-1 col Campagna e la Virtus Volla nella sfida vinta 1-0 sul campo dell'Hermes Casagiove. Curiosità: l'anno scorso, nello stesso stadio per la finale Virtus Volla-Virtus Scafatese (finita 3-2 dopo i supplementari), andò male al collega Acampora di Ercolano, che s'infortunò nell'ultimo tratto della sfida e dovette cedere il fischietto al quarto uomo Guadagno, anche in quell'occasione c'era Mariniello come uno dei due assistenti.   La finale di domani sarà la ventunesima da quando è entrata in vigore la formula campana attuale. Nell'albo d'oro spiccano le due vittorie di Frattese, Boys Caivanese, Ippogrifo e Virtus Volla. Una vittoria a testa per Melito, Giovani Lauro, Angri, Sorrento, Sapri, Ercolano, Comprensorio Nola, Solofra, Ischia, Alba Durazzano, Casertana, Forza e Coraggio, Ebolitana, Savoia e Stasia. La Virtus Volla, oltre al successo dell'anno scorso, può vantare quello della stagione 2007-2008, quando superò al San Francesco di Nocera Inferiore per 3-0 la Battipagliese ai rigori. Nessuna vittoria e nessuna finale precedente per la Scafatese. Solo in una occasione la vincente della coppa campana è arrivata a vincere l'edizione nazionale della Coppa Dilettanti, accadde all'Internapoli versione 1980-1981: 1-0 contro il Ponsacco. In altre sette occasioni, campane finaliste nazionali perdenti: Angri (1967), Valdiano (1972), Sangiuseppese (1977), Posillipo (1985), Ippogrifo (2006 ma con promozione in D essendo già promossa la vincitrice Viareggio), Casertana (2007), Capriatese (2010). Solo la Campania deve ancora assegnare la coppa. Le vincenti nelle altre regioni sono state: Angolana (Abruzzo), Vultur Rionero (Basilicata), Acri (Calabria), Sammaurese (Emilia Romagna), Virtus Corno (Friuli Venezia Giulia), Albalonga (Lazio), Finale (Liguria), Bustese (Lombardia), Biagio Nazzaro (Marche), Isernia (Molise), Gozzano (Piemonte/Val d'Aosta), Virtus Francavilla (Puglia), Lanusei (Sardegna), Marsala (Sicilia), Sangimignano (Toscana), Sankt Georgen (Trentino Alto Adige), Città di Castello (Umbria), Campodarsego (Veneto). La vincente in Campania comincerà la fase nazionale, che oltre al trofeo mette in palio un posto per la D, affrontando in triangolare Virtus Francavilla e Vultur Rionero. L'anno scorso l'edizione nazionale della coppa fu vinta dal Campobasso, che in finale superò per 3-2 il Ponsacco.