NOCERINA: la società respinge ogni illazione

 di Fabio D'Alessandro  articolo letto 213 volte
NOCERINA: la società respinge ogni illazione

L’ASD Nocerina 1910, dopo alcuni giorni di doveroso silenzio e riflessione, intende  replicare alle calunniose supposizioni che si sono sprecate da parte di organi di stampa, società calcistiche e social vari.
L’ASD Nocerina 1910 non ammette alcun tipo di illazione.
L’ASD Nocerina 1910, sin dalla sua nascita, si è prefissata sempre, in maniera incontestabile ed imprescindibile, il conseguimento degli obiettivi attraverso il rispetto dei valori di lealtà sportiva che presiedono l’ordinamento sportivo ed i suoi regolamenti e che sono parte integrante dell’etica di ciascuno dei propri dirigenti.
Per tale motivo la società rispedisce con forza al mittente tutte le calunnie, le offese e le fantasiose interpretazioni che sono state riportate in merito alla partita di domenica scorsa con il Bisceglie, sia quelle provenienti da fuori regione, ma anche e soprattutto quelle provenienti da parte di alcuni concittadini, che tra l’altro sono quelle che fanno più male perché riferite da persone che ben dovrebbero conoscere l’amore ed il viscerale attaccamento che ciascun dirigente ha nei riguardi della casacca rossonera.
Riguardo tale partita si stigmatizza l’atteggiamento avuto al termine della gara dalla società pugliese, che ha ritenuto di denunciare una aggressione subita da un suo dirigente. In realtà è stato tale presunto dirigente pugliese, accolto in Tribuna Centrale, a scatenare una rissa.
La società comunica, inoltre di aver avuto un incontro con l’intero staff tecnico e con la squadra alla quale, ha riportato il dispiacere per la sconfitta di domenica ed ha manifestato la volontà di ottenere la vittoria dei play-off, obiettivo ritenuto di fondamentale importanza. Successivamente alla partita di Manfredonia, la società incontrerà gli organi d’informazione per un primo bilancio della stagione che volge al termine e nel contempo indicare le basi programmatiche della prossima.

Il Presidente Nicola Padovano, i vice presidenti Gaetano Maiorino e Francesco Spinelli, l’amministratore delegato Francesco D’Angelo; i soci Rino Bellacosa, Franco Tamigi, Massimiliano Medugno, Agostino Santoriello e Ernesto Cirillo.