LO SCUDETTO DEL '62: Nocerina tricolore

Il collega Marco Mattiello ricorda in esclusiva per noi l'estate dello scudetto molosso
08.07.2018 13:28 di Redazione Tn  articolo letto 739 volte
LO SCUDETTO DEL '62: Nocerina tricolore

C'è troppa luce in quelle scale, pacchi dimenticati di giornali, antichi come i ricordi degli avi. E' l'estate del 1962. Impazza La Ragazza di Ipanema, scritta da Vinícius de Moraes, riproposta in seguito in Italia da Bruno Martino, lato B de La Chiamano Estate. Giacomino De Caprio ha smesso da poco di giocare, anzi nemmeno ha smesso. Fa l'allenatore ma ogni tanto scende ancora in campo. E' sua la Nocerina che vince tra i dilettanti regionali campani, campionato e fase spareggi, riportando i rossoneri in Serie D. Non si accontenta, vuole lo scudetto. Stadio Tre Fontane Roma, tanti nocerini al seguito: vittoria contro il Porto Sant'Epidio per 3-2, scudetto conquistato da Roi, Leone, Alberti, Trevisan, Cuomo, Capacchione, Petrini, Tortora, Foglia, Marchionni e Ranisi. Mannaggia al tempo che passa, 56 anni. Lo scudetto però non va dimenticato. Non lo troverete su tutti gli almanacchi, che spesso ricordano solo gli scudetti di D, omettendo che nel 1962 si assegnava anche il tricolore per le vincenti delle fasi regionali e macro-regionali dei campionati dilettanti. Ma noi lo sappiamo che questo scudetto esiste, bello come la Ragazza di Ipanema, colorato come l'estate. Appunto, la Chiamano Estate, rossonera abbronzante.