REGGINA CALCIO: prossima avversaria

19.04.2012 11:00 di Alfredo Marotta   Vedi letture
© foto di Francesco Letizia
REGGINA CALCIO: prossima avversaria

La Reggina come società calcistica venne fondata nel lontano 11 Gennaio 1914 da sessantuno impiegati pubblici. Nella sua storia ha militato 9 volte in serie A di cui 7 consecutive a partire dagli anni 2000. Il colore sociale è l’amaranto mentre lo stadio dove la compagine calabra disputa le partite in casa è l’Oreste Granillo. La Reggina, prossima avversaria dei rossoneri, era partita ad inizio stagione con l’obiettivo neanche troppo nascosto dei playoff e l’inizio era stato promettente, con 23 punti nelle prime 12 partite. Alla tredicesima giornata la sconfitta contro il Torino che però non abbatte i calabresi che conquistano nelle partite successive 4 punti, contro Crotone e Nocerina. Dalla partita del girone di andata contro i rossoneri il ritmo dei calabresi ha cominciato ad essere un po’ troppo altalenante con molti pareggi, poche sconfitte ma altrettante poche vittorie che hanno fatto perdere alla compagine calabrese i posti playoff, complice anche la partenza nel mercato di gennaio, del fantasista Missiroli, una partenza davvero dolorosa. La squadra del presidente Foti, il quale dopo il pareggio nell’ultima giornata contro il Crotone ha esonerato Gregucci per richiamare Breda, occupa il decimo posto in classifica, con il treno playoff, oramai perso definivitamente, almeno per questa stagione. La formazione tipo della Reggina (riportiamo quella scesa in campo nell’ultima giornata contro il Crotone) è: Belardi, Cosenza, Angella, Freddi, Viola, Rizzo, Barillà, Ragusa, Rizzato, Bonazzoli, Compagnucci. Con il cambio tecnico non ci saranno rivoluzioni, anche se mister Breda dovrà trovare i sostituti dei due squalificati Cosenza e Bonazzoli ed i probabili sostituti sono Emerson (che si riprenderà il suo posto in difesa dopo aver scontato la squalifica) e Ceravolo che cercherà di guidare l’attacco calabrese contro la difesa rossonera. Il punto di forza della compagine calabrese sono gli esterni che sanno sempre invitare al meglio con tanti assist, i due centravanti. Il modulo tipico della Reggina è il 3-5-2 che in fase offensiva si trasforma in un 3-3-4 con i due esterni che diventano praticamente due esterni d’attacco. Mister Breda sta preparando però al meglio anche la difesa, contro un attacco come quello rossonero, affamato di gol e di salvezza. Sabato alle 15:00 allo stadio San Francesco i rossoneri cercheranno di conquistare la 3 vittoria consecutiva, importantissima in chiave salvezza, mentre la Reggina con il nuovo mister in panchina, cercherà di ritrovare la vittoria.