PESCARA CALCIO: prossimo avversario

04.01.2012 13:00 di Alfredo Marotta   Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
PESCARA CALCIO: prossimo avversario

Il Pescara Calcio nasce nel 1930 grazie alla società sportiva Abruzzo, dopo che 3 anni prima Gabriele D’annunzio aveva proposto al governo ed ottenuto l’istituzione della provincia di Pescara, unendo le città di Castellamare e Pescara.

Nella stagione 1931-1932 la squadra abruzzese disputa il primo campionato di Seconda Divisione Regionale, vincendolo. Dopo pochi anni però il primo vero embrione del Pescara Calcio si sciolse, per essere rifondato poi con Angelo Vetta sotto il nome di Associazione Sportiva Pescara. La squadra adottò i colori bianco ed azzurro (ancora oggi i colori ufficiali), scelse come primo allenatore Edmondo De Amicis che portò la squadra dalla Prima Divisione Abruzzese alla Serie C. Dopo alcuni anni di Serie C, la squadra allenata dal campione del mondo Mario Pizzolo, ottenne la prima promozione in Serie D nella stagione 1940-1941. La fine degli anni quaranta rappresentò per la compagine abruzzese un susseguirsi di anni cupi che la fecero sprofondare in Promozione. Gli anni 50 furono sicuramente più rosei per il Pescara che salì di categoria fino alla Serie C, dove militò per molti anni. L’inizio degli anni 70 videro il Pescara sprofondare il Serie D, per poi risalire nella stagione 1972-1973 in  Serie C. La stagione più gloriosa fu quella 1976-1977 che vide la prima promozione in Serie A. Per vedere di nuovo la compagine abruzzese in Serie A bisogna andare avanti col tempo fino alla stagione 1986-1987, dove con l’emergente allenatore Giovanni Galeone il Pescara diverte un’intera nazione con un gioco spettacolare, che gli vale il soprannome di “calcio champagne”. Dopo questi anni gloriosi, la società abruzzese conosce un periodo di lento declino fino agli anni 2000, dove con vari allenatori ottiene un susseguirsi di anni tra la Serie C e la Serie B.  All’inizio degli anni 2000 sorgono i primi problemi societari e finanziari che culminano nel fallimento, nel 2008. La squadra che prende il nome di Delfino Pescara 1936, milita in Serie C1 dove con Cuccureddu in panchina riesce a salvarsi e alla fine della stagione successiva, quella 2009-2010 dopo un duello ai playoff con il Verona riesce a conquistare la Serie B. Nella serie cadetta la squadra è affidata ad Eusebio di Francesco che raggiunge una tranquilla salvezza.

La squadra nella stagione in corso è allenata da Znedek Zeman e si trova al quarto posto in classifica, contro tutte le attese di inizio anno. La squadra del presidente Sebastiani si compone di tantissimi giovani di belle speranze come Carlo Pinsoglio, Marco Verratti, Marco Capuano, Gianluca Nicco, Simone Romagnoli, Lorenzo Insigne (scuola Napoli), Ciro Immobile (scuola Juve). Tutti giocatori questi che insieme ai più esperti Cascione, Petterini e Sansovini hanno portato la squadra fino al quarto posto in classifica, mostrando un gioco spumeggiante e spettacolare, tanto da prendere il nome di “ZemanLandia”.
La rosa del Delfino Pescara 1936 è così composta:


Portieri: 1 Pinsoglio Carlo 16/03/1990    22 Anania Luca 21/06/1980    36 Cappa Andrea 21/02/1993    57 Cattenari Francesco 17/01/1990

Difensori: 2 Zanon Damiano 02/09/1983    3 Petterini Filippo 14/11/1980    5 Capuano Marco 14/10/1991    6 Romagnoli Simone 09/02/1990    13 Brosco Riccardo 03/02/1991    15 Bocchetti Antonio 11/06/1980    16 Martella Bruno 14/08/1992    28 Perrotta Marco 14/02/1994    33 Bacchetti Loris

Centrocampisti: 4 Cascione Emmanuel 22/09/1983    7 Soddimo Danilo 27/09/1987    8 Togni Romulo Eugenio 09/09/1982    10 Verratti Marco 05/11/1992    14 Balzano Antonio 13/06/1986    18 Nicco Gianluca 10/08/1988    20 Gessa Andrea 12/01/1980    23 Kone Moussa 12/02/1990    25 Corsi Angelo 18/05/1989

Attaccanti: 9 Sansovini Marco 17/06/1980    11 Insigne Lorenzo 04/06/1991    17 Immobile Ciro 20/02/1990    19 Maniero Riccardo 26/11/1987    21 Giacomelli Stefano 30/04/1990