MATINO: "Il mio sogno? Giocare in C con la Nocerina"

 di Redazione TN  articolo letto 155 volte
Fonte: La Città
MATINO: "Il mio sogno? Giocare in C con la Nocerina"

Tra le liete sorprese della Nocerina di Morgia c’è il difensore classe 1998 Emmanuele Matino che ha collezionato fino a questo momento 11 presenze con la maglia dei rossoneri. Schierato insieme ai più esperti Manzo e Mautone sta crescendo bene. Ha accettato di legarsi a titolo definitivo al club molosso dopo che la società proprietaria del cartellino, il Latina, è stata esclusa questa estate dai professionisti. Il calciatore originario del rione “Amicizia” di Secondigliano (NA) spera che questo sia l’anno della sua consacrazione definitiva.

"Vero, lo scorso anno ho giocato poco. Sono venuto a Nocera a gennaio dalla Primavera del Latina ma ho racimolato solo 4 presenze. Per me è stato come un fallimento non riuscire a dare il mio apporto".

Come si sta trovando con mister Morgia?

"Benissimo. E’ un grande allenatore, è puntuale su ogni cosa, rileva quali sono i punti in cui posso migliorare e cerca di correggere gli errori che commetto. Qualche volta mi richiama un po’ di più ma lo fa per farmi crescere: ho solo diciannove anni".

Perché ha voluto nuovamente tornare alla Nocerina dopo la scorsa stagione?

"Ho scelto di nuovo Nocera perché so che facendo bene con questa maglia e in questa piazza si può avere un futuro come calciatore. A me piacerebbe salire di categoria".

Magari in Serie C con la Nocerina?

"Sì, magari. Siamo al secondo posto".

Ma vi sareste aspettati che il Troina potesse essere in testa?

"Sicuramente no, non conoscevamo tutte le squadre ma certamente potevamo aspettarci alle primissime posizioni altre compagini sulla carta più forti. Il nostro obiettivo è comunque quello di primeggiare".

Con quale giocatore ha legato di più?

"Probabilmente Vitolo. Poi ci sono altri ragazzi come Accardo e come Ferri che sono praticamente miei coetanei. E inoltre tra i compagni di reparto ci sono Manzo e Mautone, che sono come dei fratelli per me. Ci sono anche Cavallaro e Alvino, ma pure gli altri. Ci diamo dei consigli a vicenda".

Come descriverebbe Morgia?

"E’ il top. Vuole sempre il meglio da noi".

Contro il Portici avete vinto, ma avete fatto un po’ fatica. Forse sta mancando un po’ la brillantezza dei momenti migliori?

"No, può capitare che ci siano partite come quella contro il Portici. Dobbiamo essere ancora più forti e crederci fino alla fine".

Il suo sogno calcistico qual è?

"Poter arrivare in massima serie. Faccio il tifo per il Napoli, ma il calciatore al quale mi ispiro è Armando Izzo. Se penso che pure lui ha avuto una vicenda personale particolare ed è arrivato in A, posso trarre spunto e cercare di imitarlo".

I tifosi della Nocerina non fanno più registrare i pienoni degli scorsi anni, che messaggio lancia a loro?

"Devono continuare a starci vicino. Piano piano faremo tornare i tifosi allo stadio". 

C’è una frase sul suo profilo Facebook di Jim Morrison…

"Si. La vita con me non è stata clemente. Crescere senza un padre non è mai facile. Ho un sogno da seguire. L’importante è rialzarsi sempre e non mollare mai".