CHIANCONE VERSO IL BARI

27.11.2018 19:51 di Redazione Tn  articolo letto 289 volte
CHIANCONE VERSO IL BARI

Quattro volte da calciatore molosso a Bari (tre volte in C ed una in B), un pareggio e tre sconfitte. Domenica Roberto Chiancone vi tornerà da direttore tecnico ed il piglio è quello dei giorni migliori: "Non saremo vittima sacrificale, cercheremo di giocarcela, senza rinunciare a niente, consapevoli di affrontare una squadra allestita per vincere e con alcune pedine di categoria superiore, ma anche consapevoli delle nostre possibilità e col carattere da molossi". Il Bari è la miglior difesa d'Italia dalla Serie A alla D. Chiancone spiega: "Se si gioca contro il Bari con spirito rinunciatario, è chiaro che la loro fase difensiva diventa un facile esercizio. Un avversario del genere va messo in difficoltà, subendolo il meno possibile". Mancheranno Pecora e Giorgio: "Pecora penso lo recuperemo tra due o tre partite, uno come lui c'avrebbe fatto comodo a Bari ma chi lo ha sostituito già domenica, cioè De Feo, ha mostrato gamba e qualche buona idea. Giorgio ha lasciato l'ospedale, oltre al problema facciale però andrò valutato anche il danno al piede". Fa considerazioni sul gruppo: "Siamo soddisfatti della prima partita da titolare di Di Fraia e Iodice. Avevamo qualche timore sui 2000 alternativi. Invece Capaccio è andato meglio del previsto e Califano, nei pochi minuti giocati, ha mostrato qualità da molosso. Orlando si sta comportando alla grande, ha capito che gioca meno del previsto a causa della dislocazione degli under ma si sta facendo trovare pronto ad ogni evenienza. Le scelte tattiche di domenica scorsa? L'undici iniziale è stato concepito partendo dal riferimento principale del 3-5-2 ma senza trascurare la possibilità di cambiare nel corso della gara, anche se obiettivamente le condizioni del campo sconsigliavano cambiamenti particolari in considerazioni delle caratteristiche di determinati calciatori."