AGROPOLI-NOCERINA 4-2: débâcle dei molossi, sconfitti in rimonta

17.11.2019 16:25 di Redazione TN   Vedi letture
AGROPOLI-NOCERINA 4-2: débâcle dei molossi, sconfitti in rimonta

Clamorosa sconfitta per la Nocerina che viene battuta 4-2 dall’Agropoli. Molossi bravi ad andare sul doppio vantaggio, ma ingenui e farsi rimontare nella ripresa. La Nocerina passa in vantaggio al 7’ con Poziello, bravo a fiondarsi sul pallone sul corner calciato dalla sinistra da Liurni. Raddoppio che arriva al 19’ con un’azione in contropiede finalizzata alla perfezione da Liurni. Il numero dieci rossonero parte in velocità e fredda col mancino Sanchez. L’Agropoli accorcia le distanze sul finire di prima frazione con la conclusione ravvicinata di Agate.
In avvio di ripresa Agate trova il pari con un tap-in vincente sulla precedente respinta di Leone, che aveva detto di no a Solazzo ma non è riuscito a chiudere lo specchio all’attaccante di casa. Delfini che ribaltano la gara al 70’ con il rigore trasformato da Camara, causato dall’ingenua uscita a vuoto di Leone. Cinque minuti dopo arriva addirittura il 4-2 con la firma del nuovo entrato Semati. Nel finale rosso diretto a Calvanese.

AGROPOLI-NOCERINA 4-2

AGROPOLI: Sanchez; Garofalo, Leonetti, Numerato, Bonfini, Sgambati, Camarà, Acunzo, Sollazzo (87′ Guida), Agate (54′ Semati), Cozzolino. A disp.: Selva, Costa, Cuomo, Doto, Alvaro, Siciliano, Orefice. All. Gianluca Procopio.

NOCERINA: Leone; De Siena, Calvanese, Landri (67′ Conte), Mannone, Ciampi, D’Anna, Poziello, Sorgente (84′ Carrafiello), Liurni, Festa (57′ Lava). A disp.: Scolavino, Corcione, Fortunato, Romano, Matrone, Cavallaro. All. Marcello Esposito.

MARCATORI: 7′ Poziello (N), 21′ Liurni (N), 40′ e 46′ Agate (A), 70′ Camarà (A), 73′ Semati (A).

ARBITRO: sig. Domenico Mirabella di Napoli. Assistenti: Colaianni di Bari e Fedeli di Lecce.

NOTE: pomeriggio piovoso. Ammoniti: Garofalo (A), Sorgente (N), Sollazzo (A), Leone (N), Ciampi (N). Espulso Calvanese (N) al 90+3′. Calci d’angolo: 5-3. Recupero: 1′ pt, 5′ st. Spettatori: trecento circa.