VERSIONE MOBILE
  Venerdì 24 Ottobre 2014  
INTERVISTE ESCLUSIVE
IN ECCELLENZA A QUALE OBIETTIVO POTRÀ ASPIRARE LA NOCERINA?
  
  
  
  

INTERVISTE ESCLUSIVE

RAFFAELE NOVELLI A TN: "La Nocerina lotterà per la B, ma.."

20.09.2012 21:00 di Gerardo Boffardi Twitter: @GerardoBoffardi  articolo letto 1499 volte
© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com

Schemi e uomini a confronto. Domenica pomeriggio Barletta-Nocerina sarà anche Raffaele Novelli contro Gaetano Auteri. Da un lato il 4-3-3 del trainer salernitano, dall'altro il 3-4-3 del tecnico rossonero. Due moduli differenti, ma due modi di intendere il calcio molto simili. Palla a terra, giocate veloci ed inserimenti sono all'ordine del giorno per entrambi gli allenatori. Non è iniziata nel migliore dei modi però la stagione di entrambe le compagini, due pareggi ed una sconfitta per la Nocerina, un punto soltanto, invece, per il Barletta. Il calendario ha regalato ai pugliesi un avvio nettamente in salita, prima la sfida con il Catanzaro, poi con la corazzata Perugia, la trasferta di Pisa ed, infine, questa gara contro la Nocerina. Un tour de force davvero imponente per una squadra giovane e con tanti ragazzi di valore. TuttoNocerina.com ha contattato in esclusiva il tecnico del Barletta, Raffaele Novelli, per parlare di questa sfida delicata tra la sua squadra e la Nocerina:

Buonasera Mister Novelli, la sfida con la Nocerina capita nel momento peggiore dei rossoneri, reduci dalla sconfitta interna con il Latina e ancora alla caccia dei primi tre punti...

"Io credo che sia ancora presto per parlare, la rosa della Nocerina è piena di elementi di qualità, hanno un tecnico preparato come Gaetano Auteri e non credo sia una squadra in difficoltà. Credo che a lungo andare la forza della squadra rossonera verrà fuori e si riprenderà le posizioni che le competono, lassù in classifica".

Lei ha parlato di Gaetano Auteri, sarà un po' anche una sfida tra due modi di intendere il calcio molto simili?

"Ho avuto modo di confrontarmi con Auteri quando allenava il Gallipoli, sia con il Melfi che con la Salernitana, e devo dire che sono venute fuori gare sempre aperte e spettacolari. Entrambi amiamo la ricerca della vittoria attraverso la qualità del gioco e la Nocerina ha forti individualità per arrivare a questo".

Tanti calciatori di livello soprattutto nel reparto offensivo...

"Si, ma non solo. In attacco ha giocatori come Evacuo, Schetter, Mazzeo che sono un lusso per la categoria. Quest'ultimo lo conosco bene avendolo allenato e so quali sono le sue caratteristiche. Inoltre non hanno un solo giocatore pericoloso, ma un'intera trama di gioco". 

Parliamo del suo Barletta, squadra nuova ed in piena evoluzione..

"Si, siamo una squadra che ha bisogno di tempo per amalgamarsi, tanti giocatori sono arrivati soltanto ad Agosto, chi addirittura verso la fine del mercato. Stiamo crescendo, ma dobbiamo migliorare sotto tanti aspetti. Dobbiamo essere più cattivi sotto porta, creaimo tante azioni ma non ne raccogliamo i frutti. L'essere giovani non deve diventare un alibi, piuttosto uno stimolo per la crescita".

Infatti, avete raccolto molto di meno di quanto potevate nelle prime tre giorante contro Catanzaro, Perugia e Pisa...

"Al di là del risultato io valuto la prestazione dei miei ragazzi e mi posso ritenere soddisfatto. Contro il Catanzaro abbiamo giocato una grande partita, invece contro il Perugia non siamo stati capaci di realizzare le azioni create mentre gli umbri ci hanno puniti alla prima vera palla gol. Con il Pisa siamo riusciti a recuperare il match in dieci uomini. In tutte e tre le sfide potevamo raccogliere di più". 

Tornando alla Nocerina, lei conosce la piazza avendo vestito la maglia rossonera da calciatore, la passione dei tifosi può essere un'arma a doppio taglio?

"Dipende, ci ho giocato ed ho un bellissimo ricordo di Nocera da calciatore. Vincemmo un campionato di C2 ed i tifosi ci furono sempre vicini. A loro dico che bisogna avere fiducia in questa squadra e pazienza. La forza sta nel rialzarsi dopo la caduta, la Nocerina è scesa dalla B, ma la società ha dimostrato di volerci ritornare ed è un traguardo che possono raggiungere. Senza tensioni si possono raccogliere i frutti del lavoro. Speriamo però che inizi a farlo dopo la sfida contro di noi (ride ndr)". 

Lei ha parlato di obiettivi per la Nocerina, ma qual è l'obiettivo del suo Barletta?

"Le prime tre gare di campionato ci hanno dato la consapevolezza che se giochiamo con la giusta concentrazione e cattiveria possiamo fare bene. Ovviamente dobbiamo eliminare gli errori personali che commettiamo in tutti i reparti, ma possiamo fare un bel campionato. Sarà una stagione lunga e difficile e credo che i valori reali si vedranno soltanto alla decima giornata. Noi possiamo fare bene soltanto se abbiamo voglia di migliorarci giorno dopo giorno lavorando con serietà e dedizione sul campo"


Altre notizie - Interviste Esclusive
Altre notizie
 

NOCERINA: L'INIZIO FA BEN SPERARE...

Per la Nocerina in Eccellenza è fondamentale dare continuità al momento positivo, ma come in tutti i livelli del calcio c’è sempre da tenere d’occhio la stabilità societaria. Tanto più in un torneo dilettantistico come quello in cui ...

UFFICIALE - NOCERINA-ARIANO: SI GIOCA AL SAN FRANCESCO

La Nocerina calcio comunica ufficialmente che la sfida di Domenica 19 ottobre, sarà disputata al San Francesco di...

ESCLUSIVA TN - L'EX IODICE: "IL MIO RUOLO NATURALE? QUELLO DI SEGRETARIO"

“Per me questa di ds dell’Ischia è una parentesi come operatore di mercato: dopo la fine della stagione...

ESCLUSIVA TN – LONGOBARDI: “PENSIAMO PARTITA DOPO PARTITA. CHE BELLO GIOCARE AL SAN FRANCESCO"

Intercettato in esclusiva dalla redazione di TuttoNocerina.com, il portiere della Nocerina Carmine Longobardi classe...

[VIDEO]: GLI HIGHLIGHTS DI NOCERINA-SAN TOMMASO

Ferraioli ed Esposito trascinano la Nocerina alla prima vittoria in campionato. Di seguito gli highlights (Telenuova) della...

LEONFORTESE: PRESO CALABRESE

Il nuovo centrocampista della Leonfortese è Fabio Calabrese, ex calciatore dell'Arzanese che va a rafforzare una...
   Editore & Direttore Editoriale: Luca Esposito Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.