NOCERINA TRA PRESENTE E FUTURO: eravamo e siamo quattro amici al bar (di Marco Mattiello)

04.09.2018 20:13 di Redazione Tn  articolo letto 1166 volte
NOCERINA TRA PRESENTE E FUTURO: eravamo e siamo quattro amici al bar (di Marco Mattiello)

Bar Ideale: Lio Faiella, Paolo Maiorino, Oliviero Garlini e Antonio Vicidomini: gente di Nocera oppure di fuori, come Garlini oggi in visita speciale in città, che hanno a cuore la Nocerina. Chiacchierando con gli amici, Maiorino, legale di fiducia di Aniello Pappacena, dice: "State tranquilli ci saranno novità per la Nocerina. Però senza fretta. Quando? Diciamo entro un mese". Garlini, dopo essere stato a casa di don Gerardo D'Aurelio esclama: "Domani voglio andare all'allenamento, debbo salutare Roby, io ero il più giovane tra i titolari che conquistarono la B nel '78, per me questa città e quei compagni hanno significato molto. Ora mi diverto a fare il direttore sportivo a Bergamo in Prima Categoria, ho un mister-poliziotto bravissimo, magari mi trasferisco qui se la Nocerina aggiusta le cose". Lio Faiella ha l'idea buona per riportare tutti i grandi a Nocera almeno per un giorno: "Tra due anni è giusto fare una grande festa, la Nocerina spegherà 110 candeline, occasione unica. Antonio Vicidomini asseconda: "Che tempi, quei tempi"