L'INDISCRETO: il punto della situazione

29.08.2018 20:00 di Redazione Tn  articolo letto 386 volte
L'INDISCRETO: il punto della situazione

Signor Indiscreto, finalmente risponde a telefono, che fine aveva fatto?

"Mi tengo in forma, leggo, si ricordi che io polemizzo solo a parità di sintassi. Come va? Tutto bene? Si comincia a fare sul serio"

Le piace la squadra?

"Ho fiducia in Chiancone e Viscido, oltre che in Torre. Conoscono il mestiere alla perfezione, con quel che passava il convento mi sembra buono il lavoro fatto fin qui. Loro sono da sempre gente di campo, sapranno migliorare il materiale che hanno scelto. Fossi un calciatore, a Nocera verrei sempre, per rimettermi in gioco o per migliorarmi, ma troppe cose errate sono state dette in giro, si paga anche questo". 

A proposito di pagare...

"I tesserati dell'anno scorso mi risulta stiano concordando per chiudere certe cose, rimane un debito ma amici cari, lo dico a qualsiasi imprenditore interessato, corrisponde più o meno alla cifra che in teoria occorrerebbe per comprare un titolo di D", 

Pappacena che fa?

"Ho grande stima di Don Aniello, se si muove lo fa bene, sceglie e mette gli uomini giusti ai posti giusti". 

Ma si muove? 

"Senta non sono un mago, osservo da lontano, ho altre cose da fare". 

La Nocerina si salva ?

"Nel girone siciliano sicuro, in quello pugliese ci sarà da battagliare. Si salva ovviamente se non arrivano penalizzazioni per vertenze non pagate ma questo il reggente attuale lo sa alla perfezione". 

Dica la verità: Iovino le sta simpatico?

"Perchè dovrebbe essere il contrario ? Certo che mi sta simpatico. Mi diverte molto quando dice di muoversi a 360 gradi. Lo invidio, sono rimasto a Battiato, cioè a scala a grado. Le gente per le strade correva andando a messa. L'aria carica d'incenso alle pareti le stazioni del calvario, gente fintamente assorta che aspettava la redenzione dei peccati. Agnus dei qui tollis peccata mundi miserere dona eis requiem. Il mio stile è vecchio. Ma il 3-5-2 mi piace, sono ottimista".

Lei, sta peggiorando...

"Chi parte sa da cosa fugge ma non sa cosa cerca. E non conosco a Lello, sia chiaro",