NOCERINA: Iovino si è dimesso

04.10.2018 19:12 di Redazione Tn  articolo letto 634 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
NOCERINA: Iovino si è dimesso

Era nell'aria, ora è ufficiale: Bruno Iovino, tramite una lettera aperta, si è dimesso dalla carica. Di seguito il contenuto della lettera.

"Cari amici, tifosi, sportivi, forze politiche ed imprenditori. Come sapete, dal 5 luglio ho assunto la carica di rappresentante legale dell’Asd Nocerina 1910. Da quel giorno, mi sono trovato di fronte a un percorso in salita. Per motivi che non è mio compito approfondire, la classe imprenditoriale delle città di Nocera Inferiore e Nocera Superiore, si è rivelata sorda ai miei continui appelli di supportare questa gloriosa e antica società. spesso ho dovuto, mio malgrado, riscontrare un clima ostile e pesante, quasi diffidente. Come ho sempre sostenuto, non sono un imprenditore, ma un manager; in qualità di traghettatore e rappresentante legale non ho avuto remore nell’alternare incontri con facoltosi potenziali investitori a “collette” tra tifosi, perché ogni euro poteva esser prezioso. Abbiamo provveduto ad iscrivere la squadra al campionato, con un vero e proprio miracolo, visto che è stata a lungo sull’orlo del precipizio. Abbiamo iniziato a fare mercato con un budget da campionati regionali, contando solo sulle limitate forze economiche di un gruppo di veri tifosi della Nocerina e qualche piccolo sponsor che ci hanno consentito di dare il via alla stagione. La società ha rispettato il budget previsionale prefissato per la stagione, relativo a una spesa prevista tra 250 e i 280mila €. Lo staff tecnico ha messo su una squadra tecnicamente attrezzata per raggiungere l’obiettivo prefissato, ovvero il mantenimento della categoria. Ciò premesso, con grande rispetto, coerenza e professionalità nei confronti dei cittadini, delle istituzioni, dei tifosi e di tutti i tesserati dell’ASD Nocerina 1910, vi confermo che la situazione economica attuale è quasi disastrosa. Le preoccupazioni maggiori riguardano l’arrivo di nove vertenze economiche dei tesserati della stagione sportiva 2017/2018, che gravano sulla gestione sportiva 2018/2019 sia sul lato economico che su quello sportivo, con il forte rischio di incombere in punti di penalità per la stagione in corso, che vanificherebbero tutti gli sforzi sino ad ora realizzati. Non ero a conoscenza di alcune raccomandate con avvisi di sollecito di pagamento inviate dai legali di alcuni tesserati della scorsa stagione sportiva, presso la sede dell’ASD Nocerina 1910, nel periodo dal 15 al 20 giugno 2018 ed il 01 luglio 2018.

Se fossi stato a conoscenza di questi solleciti e pre-avvisi di ingiunzione di pagamento ai propri tesserati, avrei manifestato enormi difficoltà e perplessità ad accettare l’incarico di rappresentante legale. Tale situazione risulta per me insostenibile, data la misera disponibilità economica. Per amore della verità mi preme precisare, sin da ora, che non posso ritenermi in alcun modo responsabile se ci saranno conseguenze quali:

sequestro degli incassi di ogni gara con prelievi coattivi da parte dei creditori sportivi;

gravosa penalità sportiva nei confronti dell’ASD Nocerina 1910, relativa alla stagione sportiva 2018/2019, mettendo a grave rischio la mia gestione e la posizione di tutti i tesserati con rischio concreto di non raggiungere l’obiettivo prefissato, ovvero la salvezza.

In merito alla questione relativa al PVC (processo verbale di contestazione) della Guardia di finanza di Salerno, avvenuto sempre nel mese di giugno 2018, al momento non vi è alcuna notifica di avviso di accertamento; ci saranno i tempi e i modi legali, giuridici e fiscali per preparare le memorie difensive per il ricorso di primo e secondo grado. Alla luce di quanto innanzi descritto, ho chiesto alle autorità politiche locali di programmare una sinergia istituzionale tra tutte le forze politiche e imprenditoriali delle due Nocera. Ho incontrato i sindaci delle due città, ho inviato PEC a tutti i consiglieri comunali per richiedere un aiuto concreto alla causa.La società ha bisogno di contributi, che possono arrivare attraverso sponsorizzazioni (anche di 3 o 5mila euro). Tutto per mezzo di assegni e Iban, tutto regolarmente fatturato (alla luce della nostra politica di trasparenza fiscale).

Nonostante gli sforzi, gli incontri e le proposte la risposta delle forze politiche, ma anche di quelle imprenditoriali, come su riportato, si è concretizzata in un silenzio tombale, quasi assordante se si tiene in considerazione che la Nocerina rappresenta un patrimonio inestimabile per la collettività territoriale. Sono costretto a dimettermi. Preciso che, come ha stabilito la Corte di Cassazione, questa mia decisione non comporterà l’estinzione dell’Associazione, che resta in vita finché detti rapporti non siano definitivi.  Resto, comunque, in regime di prorogatio, conservando il diritto legale di rappresentanza per la tutela dei diritti dell’ASD Nocerina 1910.Ritengo che sia giusto, inoltre, precisare, per tranquillizzare tutti i tesserati, che tecnici e calciatori sono stati regolarizzati con contratto federale, regolarmente depositato presso la LND. Il sostegno alla squadra non mancherà, così come non è mai mancato in questi primi mesi di attività. La Nocerina ha bisogno di un aiuto concreto, per scongiurare il rischio che una piazza così gloriosa scompaia indecorosamente dal panorama calcistico nazionale, dopo quasi 110 anni di storia."