IL 2017 DELLA NOCERINA

Tratto dal sito ufficiale rossonero, articolo firmato dall'addetto stampa Carmela Senatore, con foto di Antonio D'Acunzi
31.12.2017 18:47 di Fabio D'Alessandro  articolo letto 143 volte
IL 2017 DELLA NOCERINA

Quando un anno se ne va si è sempre un po’ malinconici, nostalgici e forse anche piuttosto critici. Direi che quest’anno, intero, ha avuti notevoli risvolti positivi. Vi ricordate come abbiamo chiuso il 2016? Abbiamo vinto con un agguerrito Agropoli, pareggiato con la vincitrice del campionato, il Bisceglie, e stravinto con il Manfredonia. Poi il 2017 è proseguito fino alla nostra vittoria con l’ostico Trastevere ai play off. Pausa estiva, si ricomincia tra entusiasmi che fanno sempre bene allo spirito, ma anche qualche mugugno per qualche disattesa. Ok, ma la fiducia è importante e la diamo a chi se la sa guadagnare.  Fiducia che, crea con la forza di quegli entusiasmi, un grosso film con l’aspettativa di un lieto fine annesso. La sceneggiatura ci piace, ci piace tanto. Ciak, si gira. Probabilmente gli attori subiscono qualche ansia da prestazione e probabilmente le parti assegnate non sono state ben studiate. Quindi che si fa? Si va avanti, perché il lieto fine deve arrivare. Ma ritornando alla fiducia: si lavora in tanti, si suda tutti, ci si mette in gioco con tutta l’anima. Ma perché allora si esalta chi è davanti alla cinepresa e si dà poco valore a chi è dietro e subisce i magoni di tutta l’architettura che si regge sulle loro forze morali e economiche?